Gita a Talamello

Gita a Talamello

Oggi escursione a Talamello nel cuore della Valmarecchia

Caro diario, oggi Susi ha organizzato per noi una gita. Non ci ha ancora detto dove, ce lo dirà dopo la colazione.

Non so se te lo ricordi ma Susi è la titolare dell’hotel ed è prodiga di consigli su cosa fare a Rimini. Basta chiedere e lei organizza. Se sei in vacanza a Rimini e vuoi fare qualcosa di diverso dalla solita vita di mare allora chiedi a Susi.

Facciamo colazione, le crostate e la torta al cioccolato fatte in casa sono veramente buone, io, come ben sai preferisco la colazione salata ma stavolta mi sono lasciato trascinare dai profumi dei dolci. Anche il cappuccino che ci portano è buonissimo, lo preparano al bar con il latte fresco ed il caffè espresso. Qui non trovi le macchinette per le colazioni come invece hanno in molti altri posti.

Finiamo la colazione e Susi è li che ci attende.

Ci propone un’escursione in un paesino che a suo parere è molto bello. Il paese è nel cuore della Valmarecchia. Ci spiega infatti che il Marecchia è il fiume che sfocia a Rimini. Nasce dal Monte Zucca a arriva fino a Rimini. Preparata la ragazza…

Ci racconta che il paese di Talamello è conosciuto dagli amanti dell’arte in quanto vi si trova un crocifisso del ‘300. Il crocifisso è opera di Giovanni da Rimini, un allievo di Giotto.

Inoltre a Talamello è possibile visitare il Museo-Pinacoteca Gualtieri dove sono esposte 50 tele del pittore Fernando Gualtieri.

Susi conclude dicendo che una volta a Talamello avremo modo di scoprire un’altra cosa. Ma non vuole dirci cosa…segreto…

Susi ci hai convinti!

Ci spiega la strada da seguire per raggiungere Talamello e poi tira fuori come per magia dei packet lunch già pronti con dei panini, acqua e frutta. Susi ma come facevi a sapere che a me piace da matti il panino con il prosciutto crudo ed una melanzana gratinata? Bho… questa legge nel pensiero.

Via, tutti in macchina. Infilo le chiavi, accendo e si parte. Radio di sottofondo, telefono rigorosamente spento. Talamello e la Valmarecchia ci aspettano.

Crocifisso di scuola Giottesca

Crocifisso di Giovanni da Rimini allievo di GiottoGrazie alle indicazioni precise e puntuali di Susi arriviamo a Talamello in poco tempo. Scendiamo dalla macchina e cominciamo con il crocifisso della scuola di Giotto. Stupendo. Non sono un grande amante dell’arte ma l’emozione è tanta.

Visita al museo-pinacoteca Gualtieri

Quadro di Fernando Gualtieri esposto a TalamelloVisitiamo la pinacoteca Gualtieri, bellissima. Quadri magnifici. Non capisco niente di arte ma questi quadri mi piacciono molto. Ci dicono che i quadri sono 50 e che il pittore Gualtieri, le cui origini sono di Talamello, li ha donati al Comune.

Pranzo

E’ arrivata l’ora del pranzo, andiamo al parco a mangiare quello che ci ha preparato Susi. Naturalmente stiamo attenti a non buttare briciole o altri rifiuti per terra. Non siamo ambientalisti intransigenti e convinti, ma l’ambiente va preservato, non va deturpato ed inoltre è una questione di buona educazione.

Ambra di Talamello

Dopo il rapido pranzo, continuiamo la nostra passeggiata attraverso il paese. Scopriamo tante piccole botteghe di formaggi e di prodotti tipici, molto carine e curate.  Vediamo che tutte pubblicizza l’Ambra di Talamello. Ma l’ambra non è una resina?
Ambra di Talamello, il formaggio di fossaQuesti mangiano la resina? Sarà questa la sorpresa  a cui accennava Susi e su cui ha mantenuto il più stretto riserbo?

Scatta l’indagine!!!

Ci infiliamo in una di queste botteghe e chiedo come va mangiata la resina. Mi guardano allibiti. Allora capisco che c’è qualcosa che non va. Cambio domanda. Chiedo cos’è l’ambra. Ohhh….adesso ci siamo….lo sguardo allibito si trasforma. Sulla faccia del bottegaio appare un sorriso smagliante. Tira fuori un pezzo di formaggio. Con consumata maestria ne ricava due piccole scaglie. Ne porge una a me ed una a mia moglie. Ci dice che quella è la loro ambra, l’Ambra di Talamello, ovvero il formaggio di fossa prodotto in paese.

Assaggiamo.

Anche sulle nostre facce appare un sorriso smagliante. L’ambra è buonissima!!! Una cosa fantastica. Uno dei migliori formaggi che mi sia capitato di assaggiare. Un concentrato di sapori.

Susi adesso ho capito tutto!

Comperiamo un po di Ambra di Talamello, salutiamo e ringraziamo il bottegaio che a sua volta ci saluta.

Ritorno a Rimini in hotel

Riprendiamo la passeggiata per il paese e nel tardo pomeriggio ritorniamo verso Rimini. Destinazione il nostro hotel.

Susi è li ad attenderci. Ci chiede se abbiamo scoperto il segreto di Talamello. Rispondiamo in modo affermativo e mostriamo a Susi il piccolo tesoro che abbiamo acquistato. Sorride con approvazione.

La cena è quasi pronta. Il tempo di una doccia e siamo già a tavola. La cena è ottima. Dopo cena mi concedo un bel sigaro comodamente seduto nel giardino dell’hotel. Mi piace fumare un sigaro dopo cena, mi rilassa. La moglie naturalmente non approva. Lei preferisce chiacchierare con Susi.

Finisco il sigaro e andiamo a fare una passeggiata sul lungomare di Rimini.

Torniamo stanchissimi, ma Susi è li e ci dice di prepararci che domattina ha qualcosa da farci fare.

Cosa? Questa è un’altra storia che ti racconterò.

Buona notte.

 

Gita a Talamello ultima modifica: 2016-06-24T16:43:28+00:00 da Hotel Amicizia Rimini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *